. .
Benvenuto

TI TROVI IN HOME -> ATTUALITÀ -> SI PUÒ VIVERE SENZA SPERANZA?


SI PUÒ VIVERE SENZA SPERANZA?
Stampa la notizia: SI PUÒ VIVERE SENZA SPERANZA? 



Cos’è la speranza? Ci riflettevo quando ho scritto la prefazione all’edizione italiana dei Racconti di Kolyma di Varlam Salamov. Rilessi allora la prefazione di Michal Heller all’edizione russa, in cui si diceva che Salamoi, ateo nonostante fosse figlio di un pope, si era dichiarato profondamente contrario alla speranza, sostenendo che nel gulag essa equivale alle catene che imprigionano l’uomo.



Era dell’opinione che nelle condizioni dei gulag sovietici – e si riferiva naturalmente alla sua Kolyma – fosse meglio non avere speranza, e dunque morire il più presto possibile, per non dover sopportare tutti i supplizi che vi venivano inflitti. Secondo Salamoi la speranza conduceva il prigioniero a soggiacere ai suoi carnefici, perché avrebbe cercato in tutti i modi di sostenerla agli occhi dei sorveglianti. Per esempio, avrebbe lavorato molto di più di quanto fosse stato necessario se avesse voluto preservare le sue forze.


Dunque la sua fatica sarebbe stata molto maggiore per guadagnarsi l’approvazione dei suoi superiori. Io, invece, ho sempre avuto, anche nel campo di prigionia, una qualche speranza. All’inizio ho vissuto della speranza di ottenere la libertà, e l’ho coltivata. Mi sono bruciato, ho fatto tutto ciò verso cui Salamoi metteva in guardia. Quando fu chiaro che ero diventato un cosiddetto dochodjaga (uno che sta gradualmente morendo), e cioè che non potevo più lavorare e fui trasferito nella baracca che veniva chiamata “mortuario”, ebbi la piena e amara consapevolezza di essere stato illuso.



Pagina: 1/2

Prossima pagina (2/2) Prossima pagina






.

Languages

Englishitaliano

CHI SIAMO

Video - Chi siamo

EVENTI

PERCORSI DI FEDE


UNO SI CHIEDE: PERCHÉ?

Percorsi di fede a fumetti

Fumetto

Fumetto

NEWSLETTER

Per essere aggiornato sulle nostre attività e conoscere sempre meglio Gesù Cristo.

ISCRIVITI QUI

SITI AMICI

.




Questo sito è stato creato con MaxDev