IL NOSTRO SITO è IN RIFACIMENTO. CI SCUSIAMO SE ALCUNE PARTI DEL SITO ATTUALE FOSSERE NON ATTIVE. GRAZIE PER LA COMPRENSIONE.
. .
Benvenuto

TI TROVI IN HOME -> ATTUALITÀ -> Hollywood scopre la tomba di Gesù


Hollywood scopre la tomba di Gesù
Stampa la notizia: Hollywood scopre la tomba di Gesù 



L’archeologo Amos Kloner boccia tesi film


TEL AVIV - Amos Kloner, uno dei più autorevoli archeologi israeliani, ha ribadito di non ritenere credibile la tesi sviluppata in un documentario del regista James Cameron "Titanic", di cui è prevista la presentazione a New York, secondo cui la 'vera' tomba di Gesù sarebbe stata scoperta nel 1980 a Talpiot, un quartiere di Gerusalemme.


Nel film si sostiene, stando alle anticipazioni, che una cripta scoperta per caso nel 1980 a Talpiot avrebbe "ospitato gli ossari di Gesù di Nazareth e della Vergine Maria e di Maria Maddalena". Il documentario è firmato anche dal documentarista Simcha Jacobovici. Il professor Kloner, che nel 1980 guidò i lavori nella cripta, ha ribadito oggi in diverse dichiarazioni alla stampa di non credere all'ipotesi avanzata nel film. "Non è probabile che Gesù e i suoi avessero una tomba di famiglia: erano una famiglia di Galilea, senza legami a Gerusalemme, mentre la tomba di Talpiot apparteneva ad una famiglia della classe media del primo secolo dopo Cristo" ha detto al Jerusalem Post. Secondo Kloner inoltre i nomi riportati sulle urne erano molto comuni 2000 anni fa. Per l'archeologo israeliano "non c'é alcuna prova" che la tomba di Talpiot possa essere collegata a Gesù, e la tesi sviluppata nel film è "una assurdità".


Nella cripta di Talpiot furono trovati dieci ossari, su sei dei quali erano incisi i nomi, allora molto frequenti, di Yeshua Bar Yosef (Gesù figlio di Giuseppe), Marya e Martha, Mati (Matteo), Yofe e Yehuda Bar Yeshua (Giuda figlio di Gesù). Alcuni anni fa un'altra urna funebre, di proprietà di un controverso collezionista israeliano, fu presentata come quella di "Yaakov Bar Yosef Ahi Yeshu" (Giacomo figlio di Giuseppe, fratello di Gesù). Di fronte al clamore internazionale, il reperto fu studiato da esperti israeliani i quali giunsero nel 2003 alla conclusione che l'ossario sembrava effettivamente risalire al primo secolo d.C, mentre la scritta lasciava adito a forti dubbi: sia per la calligrafia, sia per il contenuto, sia per la patina che la copriva. Un rapporto presentato allora alla Knesset stabilì che la incisione della scritta era da ritenersi un falso.


2007-02-26 20:20 (Ansa)







.

Languages

Englishitaliano

CHI SIAMO

Video - Chi siamo

EVENTI

PERCORSI DI FEDE


UNO SI CHIEDE: PERCHÉ?

Percorsi di fede a fumetti

Fumetto

Fumetto

NEWSLETTER

Per essere aggiornato sulle nostre attività e conoscere sempre meglio Gesù Cristo.

ISCRIVITI QUI

SITI AMICI

.




Questo sito è stato creato con MaxDev