. .
Benvenuto

TI TROVI IN HOME -> Musica -> Franco Battiato - Il Vuoto


Franco Battiato - Il Vuoto
Stampa la notizia: Franco Battiato - Il Vuoto 


Franco battiato - il vuoto - copertina

Un disco brevissimo e intenso quello di Franco Battiato, un nuovo album intitolato “IL VUOTO”, in cui la cosa che più colpisce è il continuo passaggio tra il tempo naturale ( scandito dalle stagioni ) e l’interiorità. Questo concetto è ribadito anche dalla copertina che vede degli edifici sovrastati da ombre bianche di piante abbarbicate. Il titolo del nuovo album, Il vuoto, è spiegato dallo stesso Battiato nella presentazione del disco: “E’un vuoto che vuol dire libertà, l’esatto contrario dell’horror vacui tanto in voga in questi giorni .Il vuoto di senso dell’esperienza sociale che diventa un senso di vuoto in quella personale e si trasforma in un cieco iperattivismo, in un continuo imporsi e anteporre la propria libertà supposta a qualunque interferenza esterna. Sono nove i nuovi pezzi che il cantautore propone nel suo album, tutti vestiti da una musica straordinaria.

IL VUOTO: …”tempo non c’è tempo,sempre più in affanno inseguo il nostro tempo,vuoto di senso, senso di vuoto … tu sei quello che tu vuoi, ma non sai quello che tu sei ….” ..è la cifra della modernità delle nostre vite, fatte di lavoro senza fine,di evasioni spesso finte …o intinte di violenza…

I GIORNI DELLA MONOTONIA: …”gli attimi vissuti intensamente sono spenti…”..storia di un amore che ormai è finito e quel che rimane è…la noia...

NIENTE È COME SEMBRA: …” ti darò a un ruscello che scorre o alla terra piena di mimose…niente è come sembra, niente è come appare… ”canzone apparentemente triste, ma in realtà ricca di interiorità e di pensieri profondi.

THE GAME IS OVER: …”dov’è che stiamo andando nel succedersi del tempo avrai un progetto o no per la tua vita?...andiamo…adesso…”canzone che fa riflettere: idealmente sappiamo dove andare; nessuno (o quasi) ama l’ alienazione, il lavoro che non riempie la vita, l’ impossibilità del conciliare in maniera più serena gli affetti e i doveri. “dove stiamo andando”è la domanda che prima o poi ognuno fa a sé stesso. C’è un progetto da vivere…

IO SONO. IO CHI SONO?....”.e siamo qui ancora vivi …qui non si impara niente,sempre gli stessi errori…gli stessi orrori da sempre…”io chi sono? È l’eterna domanda dell’ uomo che si scopre piccolo, povero,in un mondo ingiusto e spietato. L’uomo guarda il cielo puro e immutabile e pensa e si domanda:”chi sono?”

ASPETTANDO L’ ESTATE: …”la tristezza non prevale su me, col canto la tengo lontana,le giornate si allungano, sto aspettando l’estate…..sospeso tra due alberi a immaginare, l’estasi dei momenti d’ozio voglio riscoprire…”bella canzone in cui Battiato mette in risalto questi magici” momenti d’ ozio”che permettono di pensare, riflettere, sognare…

TIEPIDO APRILE: …”attraversi il bosco tiepido aprile, consoli da sempre il viandante…pensieri leggeri si uniscono alle resine dei pini, si fa chiara la mente come nuvola…..”canzone ricca di poesia e di bellezza…

ERA L’INIZIO DELLA PRIMAVERA: …”La primavera cominciò all’ombra di betulle come risposta al mio umore,lanciavi un’occhiata era l’ inizio tra noi due, piangevo prima di te…”canzone d’ amore, struggente e malinconica, in cui Battiato ha adattato la musica di Ciajkovskij ad un testo di Tolstoj.

STATI DI GIOIA: …”le azioni azioni del mondo non influenzano il sole,e i nemici è sicuro sono dentro di noi …si sente in questa canzone una spruzzata di Beatles.







.

Languages

Englishitaliano

CHI SIAMO

Video - Chi siamo

EVENTI

PERCORSI DI FEDE


UNO SI CHIEDE: PERCHÉ?

Percorsi di fede a fumetti

Fumetto

Fumetto

NEWSLETTER

Per essere aggiornato sulle nostre attività e conoscere sempre meglio Gesù Cristo.

ISCRIVITI QUI

SITI AMICI

.




Questo sito è stato creato con MaxDev