IL NOSTRO SITO è IN RIFACIMENTO. CI SCUSIAMO SE ALCUNE PARTI DEL SITO ATTUALE FOSSERE NON ATTIVE. GRAZIE PER LA COMPRENSIONE.
. .
Benvenuto

TI TROVI IN HOME -> PSICOLOGIA IN PILLOLE -> Piccole virtù dimenticate


Piccole virtù dimenticate
Stampa la notizia: Piccole virtù dimenticate 


colleraPICCOLE VIRTÙ DIMENTICATE
Una vecchia storiella racconta di un eremita che viveva in assoluta solitudine sui monti.
Un giorno, un pastore entrò nella grotta e gli chiese: "Che cosa fai qui, tutto solo, in un luogo come questo?". "Medito" rispose l'eremita. "E su che cosa stai meditando?" "Sto meditando sulla pazienza". Il pastore fece per uscire; poi, all'improvviso, si voltò e gridò all'eremita: "Non sei che uno sciocco perdigiorno! Va a quel paese!" E l'eremita, preso alla sprovvista, rosso di collera, gli urlò: "Ma come ti permetti di urlarmi così? Io sono un servo di Dio! Vacci tu a quel paese!". Ed il pastore, scoppiando  a ridere, ricordò all'eremita che si era dimenticato di praticare proprio la virtù su cui stava meditando: la pazienza.
La pazienza e la tolleranza sono virtù importanti: e come tante altre "piccole virtù dimenticate", non sono solo qualità religiose. Se si intende vivere in modo sereno e pacifico, se si vogliono dei buoni rapporti interpersonali ed assaporare abbondantemente il nettare della vita, è essenziale acquisire queste virtù e renderle onnipresenti nella nostra vita.

Collera e perfezionismo
L'autentica pazienza si contrappone all'ira e alla rabbia. Essa, infatti, può svilupparsi solo quando si è capaci di controllare la propria collera. Ma questo non è facile perché, purtroppo, reagire in modo esplosivo ad un maltrattamento o ad uno sgarbo è una risposta naturale dell'uomo.
La pazienza, inoltre, si contrappone al perfezionismo e alla smania di volere che tutto vada secondo i nostri progetti. E' impossibile che un perfezionista sia capace di vivere in pace con se stesso e con gli altri. Infatti, puntando la sua attenzione esclusivamente su ciò che ritiene sbagliato, egli dà prova di essere scontento, insoddisfatto. E tale rimarrà se non cambierà atteggiamento interiore.
Tuttavia questo invito alla tolleranza non significa affatto che non ci si debba migliorare: noi non "viviamo nel migliore dei mondi possibili". Significa, invece, che devi smettere di guardare solo alle cose che non vanno secondo i tuoi piani. Quando ti accorgi di cadere in questa trappola, ricordati che la vita va avanti benissimo così com'è, anche senza la tua approvazione o il tuo giudizio. "Signore, dammi la grazia di migliorare le cose che posso cambiare e  di accettare quelle che non posso cambiare. Ma soprattutto dammi la grazia di riconoscere le une dalle altre". La pazienza, la tolleranza e il rilassamento possono fare miracoli.
Quando sei agitato o ossessionato, riduci fortemente le tue potenzialità e capacità di godere della vita. Quante persone realizzate sono appagate e gentili. Quando si ha pazienza, si è meno distratti dalle proprie esigenze e preoccupazioni ed è più facile concentrarsi a raggiungere le proprie mete.

Pagina: 1/2

Prossima pagina (2/2) Prossima pagina






.

Languages

Englishitaliano

CHI SIAMO

Video - Chi siamo

EVENTI

PERCORSI DI FEDE


UNO SI CHIEDE: PERCHÉ?

Percorsi di fede a fumetti

Fumetto

Fumetto

NEWSLETTER

Per essere aggiornato sulle nostre attività e conoscere sempre meglio Gesù Cristo.

ISCRIVITI QUI

SITI AMICI

.




Questo sito è stato creato con MaxDev