IL NOSTRO SITO è IN RIFACIMENTO. CI SCUSIAMO SE ALCUNE PARTI DEL SITO ATTUALE FOSSERE NON ATTIVE. GRAZIE PER LA COMPRENSIONE.
. .
Benvenuto

TI TROVI IN HOME -> LA BUONA NOTIZIA -> Il club della vita senza denaro


Il club della vita senza denaro
Stampa la notizia: Il club della vita senza denaro 


«Badate di tenervi lontano da ogni cupidigia, perché anche se uno è molto ricco, la sua vita non dipende dai suoi beni» (Vangelo Lc 12,15)


barterIn Italia, l’avanguardia più organizzata di chi cerca di disintossicarsi dal denaro si concentra in una community, “zerorelativo”, che ha raccolto quasi 15.000 aderenti che chiamano se stessi “barter”.
Questo è l’incipit che racconta dei barter ai lettori di Repubblica.it (ed anche sul cartaceo) in un articolo dal titolo «Gli italiani che vivono gratis viaggio al mercato del no cost», quindi oggi siate pazienti se ci sarà da aspettare un po’ per barattare, tanti nuovi visitatori ci stanno visitando ed il nostro sempre più affaticato server cercherà con lentezza di accontentare tutti.

Riportiamo il commento di una lettrice: «Davvero un bell’articolo. Probabilmente la mentalità anti-spreco e di scambio prenderà sempre più piede… del resto in Italia abbiamo già innumerevoli cattivi esempi di “scambi di favori”. Volgiamo la pratica in positivo!»
Grazie a tutti i barter, in particolare a tutti quelli che barattano con lo spirito giusto!
SI PUÒ vivere con un dollaro al giorno, come fanno in Africa e in Asia milioni di persone, oppure senza neanche quello, come fa orgogliosamente da sedici anni la tedesca Heidemarie Schwermer nella sua Dortmund. In Italia, l'avanguardia più organizzata di chi cerca di disintossicarsi dal denaro si concentra in una community, "zerorelativo", che ha raccolto quasi 15.000 aderenti, che chiamano se stessi "barter": si punta al baratto, allo swapping, ma anche allo scambio di servizi e di beni ai quali non si vuole attribuire un valore preciso. Vivere gratis, o comunque ottenere senza comprarle molte delle cose che servono per vivere e per divertirsi, è possibile. E non è detto che l'unica buona ragione per farlo sia una drammatica necessità. C'è chi è arrivato all'overdose da spreco dopo aver constatato ciò che si accumulava nei suoi armadi, chi non sopporta di veder buttare via cibo ancora buono, chi se la prende con i maghi della finanza e chi si è abituato a vivere limando ogni spesa e alla fine ha concluso che si può fare.

(tratto da La Repubblica 17/09/2010)







.

Languages

Englishitaliano

CHI SIAMO

Video - Chi siamo

EVENTI

PERCORSI DI FEDE


UNO SI CHIEDE: PERCHÉ?

Percorsi di fede a fumetti

Fumetto

Fumetto

NEWSLETTER

Per essere aggiornato sulle nostre attività e conoscere sempre meglio Gesù Cristo.

ISCRIVITI QUI

SITI AMICI

.




Questo sito è stato creato con MaxDev